L’assurdità della Fede

Come è noto, nel mio libro e nei miei interventi, mi dilungo molto nello spiegare l’intelligenza della fede. Inoltre evidenzio il ruolo della ragione e il significato di razionalità di una visione metafisica: la fede è coerente. Quando nel titolo parlo di assurdità non mi riferisco ad un’incoerenza, ma ad una contrarietà al buon senso. Esiste infatti qualcosa che rende la fede absurda (cioè stonata) alla nostra natura umana, non per imperfezione della fede, ma per i nostri limiti. Questo punto, che è spesso il punto radicale a livello intellettuale per aderire alla fede, è uno dei suoi presupposti e cioè: l’esistenza di Gesù. Gesù in quanto vero Dio e vero uomo è il più grande scandalo per il limitato buonsenso. Come può infatti il Tutto, la Pienezza dell’Essere, il Sommo, quasi ripiegarsi ed entrare nel mondo, in un singolo uomo, nella sua interezza? Come può il tutto diventare apparentemente una piccola parte? Certo è Dio che assume in sé la natura umana, non viceversa, ma comunque Gesù è un uomo che si muove ed agisce nel mondo. Il Tutto è qui. Per un pensatore tutto si riduce a questo: accetto io per fede il presupposto che Dio si è fatto uomo? Ribadisco, tutto il problema del Cristianesimo è qui, palpabile e concreto. Un unico presupposto a cui dobbiamo tutto.

Questo è la vera porta da cui solo gli umili possono passare, tutto il resto, tutte le altre presunte incoerenze sono sciocchezze; ad effetto magari, ma sciocchezze. Non ci sono incoerenze, c’è solo la domanda su un presupposto, un unico e semplice presupposto che sfida la nostra natura umana, sfida la nostra umiltà, sfida la nostra comprensione. Come abbiamo abbondantemente mostrato nel libro, qualunque credo si basa sulla fede nei suoi presupposti, così la matematica funziona grazie ad assiomi e postulati, la geometria pure; ogni stabilità intellettuale si basa sulla fede. E quella in Cristo è proprio una fede, la fede che l’evento più straordinario che si possa concepire, così straordinario da parere assurdo nella mente, non per una sua assurdità intrinseca, ma proprio per la propria natura, sia accaduto alcuni millenni fa e continui e viva solamente per salvare gli uomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *