Liberiamo la Bibbia!

[Per aderire alla campagna commenta il post direttamente dalla mia pagina Facebook attraverso il link diretto al post, quando avremo raggiunto un numero sufficiente di adesioni, inoltreremo la richiesta alla CEI.]

Visto che:

a) è compito del fedele Cristiano Cattolico di annunciare il Vangelo;

b) è compito del fedele Cristiano Cattolico di rispettare le leggi dello Stato in cui vive;

e considerato che:

a) è prassi dei fedeli Cristiani Cattolici di utilizzare il testo della Bibbia approvato dalla Chiesa per fini non commerciali;

b) si trovano in Internet testimonianze di persone che hanno contattato la CEI per utilizzare e diffondere la nuova traduzione del 2008, senza alcuna risposta (es. qui);

Chiediamo che la traduzione della Bibbia CEI del 2008 venga rilasciata sotto licenza CC BY-NC 3.0 IT, cioè sia possibile, esclusivamente per fini non commerciali, riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest’opera; e sia inoltre possibile creare da essa opere derivate (quali ad esempio: traduzioni, adattamenti ad un altro media, riassunti, ecc…).

I fedeli Cristiani Cattolici si trovano oggi nella situazione di non poter diffondere la versione cattolica ufficiale corrente della Bibbia senza violare la legge dello Stato, dunque senza peccare. Pertanto non dispongono nemmeno dello strumento più basilare per l’evangelizzazione della rete.

Se sei d’accordo con questa campagna commenta il post direttamente dalla mia pagina Facebook attraverso il link diretto al post, quando avremo raggiunto un numero sufficiente di adesioni, inoltreremo la richiesta alla CEI. Assieme possiamo farcela, per la gioia dell’anima di molti. Adesso è il momento.

BiancoFulmine